Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 26 Luglio 2016 - Ore 23:41


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
CITTA'
Via Orzinuovi, un anno dopo l'ordinanza della Loggia demolite le case abusive dei sinti
Sono state demolite, a partire dalle prime ore di martedì 26 luglio, 15 costruzioni erette abusivamente all’interno del campo nomadi di via Orzinuovi 108. L’intervento - come si legge in una nota inviata nel tardo pomeriggio dal comune - "si è reso necessario dopo ripetuti e inascoltati inviti da parte dell’amministrazione comunale che, nel mese di luglio 2015, ne aveva ordinato la demolizione, imponendo ai proprietari di abbattere le strutture abusive entro 90 giorni". "Nonostante i ripetuti gesti di disponibilità dell’amministrazione - continua il comunicato - a distanza di un anno soltanto due “casette” erano state rimosse". L’operazione, pianificata dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, è scattata alle

Commenti 7
mar 26 lug 2016, ore 15.14
IL CASO
La moglie non supera l'esame della patente e lui la picchia a sangue: arrestato tunisino
Un 44enne tunisino con cittadinanza italiana è stato arrestato con l'accusa di violenza contro la moglie. L'uomo, secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, avrebbe picchiato con calci, pugni e schiaffi la compagna (che ha riportato traumi giudicati guaribili in 15 giorni) “colpevole” di non aver superato l'esame di guida della patente. L'episodio è avvenuto sabato pomeriggio: ad avvisare i carabinieri di Roè Volciano è stata la donna e i militari, una volta arrivati sul posto, non hanno potuto che far scattare le manette. Il 44enne è accusato di lesioni e maltrattamenti, e non si tratterebbe della prima volta. Dopo due notti in cella il giudice ha convalidato la misura della custodia cautelare in attesa del processo.

Commenti 10
mar 26 lug 2016, ore 10.11
FORTE DEI MARMI
Maxifurto da 40mila euro e tanta paura per un imprenditore lumezzanese in vacanza
E' stata grande, nel fine settimana, la paura per un imprenditore lumezzanerse che si trovava con la moglie e due bimbi piccoli nella casa di vacanza, a Forte di marmi. Una banda di malviventi, infatti, - approfittando del fatto che l'allarme non era stato inserito - è entrata in azione cercando di narcotizzare i padroni di casa per poi fare razzia di goielli e orologi preziosi, per un valore di circa 40mila euro.Il tutto sotto gli occhi terrorizzati della moglie dell'imprenditore, svegliata dai rumori. I ladri hanno anche tentato di fuggire con la Porsche 911 dell'imprenditore, ma la loro corsa per sfuggire ai Carabinieri si è conclusa contro una cancellata. A bordo un 34enne, ma resta da capire se l'uomo abbia agito da solo o con dei complici che si sono dati alla fuga con altri mezzi.

Commenti 3
lun 25 lug 2016, ore 11.41
 
Referendum costituzionale: riforma o riforme?
Sandro Belli di Sandro Belli* - Per esprimere un voto che abbia una seria valenza politico - costituzionale, ciascuno dovrebbe leggere attentamente la riforma, ponderando i pro e i contro, sempre pensando, tuttavia, che da oggi alla data del referendum confermativo potrebbero accadere vari eventi nel mondo politico e potrebbero essere approvati o impostati provvedimenti rilevanti, tali da far cambiar idea a molti. Ho ascoltato un dialogo tra persone che si dicevano favorevoli al no, ma per motivazioni un pò inaspettate. Una: “voto no perché hanno eliminato il CNEL, che era l'unico organo tecnico competente, anche se poco utilizzato. In mezzo a tanti politici ci vogliono dei tecnici, dei competenti”. Un'altra: " hanno abolito le province e vorrebbero spezzare in due la nostra provincia. Poi non si capisce nulla con le 'aree vaste'....allora voto no." Un'altra ancora: "non dovevano limitare a così pochi i senatori scelti tra le eccellenze dell
 
Siglata l'unificazione delle quattro organizzazioni artigiane
MATTINZOLI di Enrico Giorgio Mattinzoli* - Dopo anni di dibattiti, incontri, diffidenze, speranze, progetti sottoscritti e successivamente disattesi; finalmente si è arrivati ad una intesa: le quattro Organizzazioni di Categoria dell'Artigianato hanno siglato l'accordo per l'unificazione. Soddisfatti i Presidenti di Associazione Artigiani, Confartigianato, CNA e Assopadana. La firma definitiva dell'accordo avverrà sabato 16 giugno 2050 alla presenza del Presidente del Consiglio che atterrerà alle 09,30 all'Aereoporto G. D'annunzio da poco in piena attività. La giornata per il Presidente del Consiglio è prevista densa di impegni, dopo l'intervento con le Organizzazioni Artigiane presso la Sala Conferenze dello Stadio di Brescia in località Parco delle Cave da poco terminato, il capo del Governo taglierà il nastro del Salone della Ricerca e della Tecnologia presso la Fiera di Brescia rinata dopo anni di inattività, per poi recarsi alla ex C


Lonati raddoppia e mette fieno in cascina. Il 2016 è partito nel migliore dei modi per l'azienda di San Polo che è leader mondiale nella produzione di macchine per calze: una nuova commessa dall'Uzbekistan che segue quella della scorsa estate e porta il totale a 20 milioni di euro. A firmare il gruppo tessile Uztex di Tashkent, che ha ordinato altre 512 macchine per calze di ultima tecnologia. Da Lonati gli uzbeki ne avevano già acquistate 550 (già consegnate), ma l'
Opinioni
 
Lavoro, serve un nuovo statuto
Bonometti di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema. Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben pi&ugrav
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














POLIZIA LOCALE
Ghedi, 16 patenti ritirate in una notte per alcol e droghe
Continua l’intenso lavoro di controllo del territorio da parte della Polizia Locale di Ghedi. Una pattuglia composta da sei agenti ha infatti effettuato un servizio straordinario durante la notte tra sabato 23 e domenica 24 luglio, dall'1 alle 7 del mattino. Gli operatori della ‪‎Polizia Locale‬ ghedese hanno proceduto al controllo di più di 300 veicoli in transito sulla SP668 ed all'interno del centro abitato, accertando ben 15 violazioni relative alla guida in stato di ‪‎ebbrezza ed una relativa alla guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Da segnalare anche che uno di questi conducenti ha anche tentato di darsi alla fuga, effettuando una pericolosa inversione su un cavalcavia della SP668. Raggiunto dagli operatori della Polizia Locale, è risultato avere un tasso alcoolemic

Commenti 1
lun 25 lug 2016, ore 09.24
RAPINA
Bovezzo, entra in farmacia, minaccia cliente con un coltello e scappa con 4mila euro
Ancora un colpo a mano armata alla farmacia De Michelis, nel centro di Bovezzo: il secondo da inizio anno, il quinto in soli quattro anni. Stavolta a entrare in azione, intorno alle 18.30, è stato un uomo con il viso celato da un casco da motociclista e in mano un lungo coltello. L'uomo si è fatto largo tra la gente in coda e ha bloccato una donna minacciandola con l'arma, per poi intimare al medico al bancone di consegnargli l'incasso. Il bottino è stato di ben 4mila euro.

Commenti 6
dom 24 lug 2016, ore 11.57
IL CASO
Chiedevano la caparra, ma la casa-vacanza non c'era, 600 le persone truffate
Si è conclusa con 22 denunce l’indagine che ha portato la Polizia Postale di Milano a sgominare un’organizzazione criminale con a capo due fratelli milanesi che proponevano appartamenti in affitto online, in prestigiose località balneari e turistiche, tra cui Rimini, Riccione, Gallipoli, Courmayeur, Livigno e Bormio. Le case, però, non esistevano oppure i reali proprietari ne erano del tutto all’oscuro, ed i conti correnti su cui si facevano versare le caparre erano ovviamente intestati a prestanome. Circa 600 le persone rimaste fregate, in prevalenza residenti a Milano, ma alcune anche bresciane. Il consiglio per chi vuole prenotare la casa per le vacanze è consultare siti affidabili, diffidando di offerte troppo vantaggiose e non in linea con il mercato e soprattutto utilizzare met

Commenti
sab 23 lug 2016, ore 13.10
LIETO FINE
Aprica, anziana cade e finisce in una rete paramassi: salvata dal soccorso alpino
Intervento stasera per portare in salvo una donna di 78 anni, residente a Milano ma originaria dell’Alta Valle Camonica. Era uscita per una passeggiata con alcuni parenti nella zona di Pian di Gembro ma a un certo punto ha perso il contatto e si è ritrovata fuori dal sentiero, in una zona boscosa e molto scoscesa, resa ancora più a rischio in quanto bagnata. Ha perso l’orientamento e a un certo punto è scivolata, in prossimità di una zona caratterizzata dalla presenza di rocce e salti, finendo incastrata in una rete paramassi. L’allertamento al Soccorso alpino è giunto in serata: le squadre territoriali si sono subito organizzate, otto i tecnici della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna impegnati. Sul posto anche carabinieri e vigili del fuoco. Una volta individuata la po

Commenti
sab 23 lug 2016, ore 12.19
IL CASO
Cibo scaduto e conservato tra i ratti, maxisequestro a un importatore di San Zeno
Nei giorni 20 e 21 luglio 2016, l’ATS di Brescia e la Capitaneria di Porto di Venezia, nell’ambito dell’attività programmata di controllo di prodotti ittici, hanno effettuato una ispezione congiunta in una ditta, di San Zeno Naviglio, che importa e commercia all’ingrosso e al dettaglio generi alimentari e non alimentari da paesi extra Unione Europea, rilevando un cospicuo numero di irregolarità ed infrazioni. A seguito dell’ispezione sono stati sottoposti a sequestro penale, per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione, invasi da roditori e per frode nell’esercizio del commercio, 420 tonnellate circa di alimenti tra cui: salse, spezie, birra, caffè e, in particolare, riso per circa 348 tonnellate. Gli operatori della Equipe di Igiene di Brescia, viste le preca

Commenti 3
sab 23 lug 2016, ore 11.57
MILANO-BRESCIA
Terrorismo, Beccalossi: pericolo anche da lupi solitari
“Anche oggi abbiamo avuto la prova che il nostro territorio è a rischio. Nizza insegna che non servono ‘cellule’ organizzate per preparare attentati, ma che anche cosiddetti lupi solitari possono essere potenzialmente pericolosi. Bene ha fatto la procura di Brescia a chiedere la sorveglianza speciale per l’italiana convertita all’Islam che già poche settimane fa venne fermata mentre era in procinto di partire per la Siria con il marito”. Lo afferma l’assessore regionale al territorio e dirigente di Fratelli d’Italia Viviana Beccalossi, commentando la notizia del provvedimento emesso dalla procura di Brescia nei confronti di Sara Pilè, italiana di 25 anni convertita all'Islam. Nei giorni scorsi il presidente Maroni ha affidato a Viviana Beccalossi l’incar

Commenti 52
ven 22 lug 2016, ore 09.38
IL CASO
Bresciana si vuole immolare per Allah. La procura chiede la sorveglianza speciale
Brescianissima, di buona famiglia, indossava da tempo il velo integrale e voleva andare in Siria con il marito alla ricerca del martirio. E' questa la storia di Sarà Pilè, 25enne di cui hanno parlato a lungo i media di tutta Italia. Per lei ora la Procura ha chiesto la misura della sorveglianza speciale. La giovane vive a Monticelli Brusati con i genitori dopo che il marito, un tunisino, è stato espulso dall'Italia lo scorso 9 giugno. Per entrambi l'accusa è di addestramento con finalità al terrorismo. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la giovane era pronta ad immolarsi per la causa dell'Islam più estremo e scriveva su Facebook frasi come “Oh Allah ti chiedo una morte nel tuo sentiero”. Il giudice Anna Di Martino si è riservata di decidere sulla disposizi

Commenti 20
gio 21 lug 2016, ore 13.23
CITTA'
Furti alle auto della zona Stazione: presa una 45enne bergamasca
Nel corso della serata di ieri, la Polizia ha indagato in stato di libertà una 45enne Bergamasca (B.A.) per furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Quest’ultima, con precedenti per reati di furto, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti è stata segnalata alla centrale operativa della Questura da un cittadino che ha notato la donna, mentre rovistava all’interno di alcune autovetture posteggiate in Via Sostegno. La presunta ladra, alla vista della polizia, si è data a precipitosa fuga, ma sulla base della descrizione fatta dal cittadino, gli agenti – in servizio anche all’esterno della Stazione Ferroviaria - sono riusciti a rintracciarla all’interno di una pizzeria sita in Via Solferino. B.A. È stata accompagnat

Commenti
gio 21 lug 2016, ore 12.13
IL CASO
Distrugge le auto in sosta dopo una lite, Bordonali: ricacciatelo in Senegal
"Mi auguro che ora venga mandato in carcere in Senegal. Non dobbiamo aspettare che ci scappi il morto per capire che questa persona non e' una risorsa". Queste le parole di Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia in merito a quanto accaduto, questa mattina, in via Corsica a Brescia, dove un senegalese di 29 anni, agli arresti domiciliari, e' sceso in strada e, dopo una lite, ha distrutto a calci e pugni le auto parcheggiate, cercando poi di nascondersi nel vicino centro di accoglienza 'Pampuri' per confondersi tra i richiedenti asilo ospitati. "Brescia e' tra le citta' italiane con la piu' alta percentuale di immigrati e questo come evidente rappresenta un problema per la sicurezza dei cittadini. Ritengo folle il piano del Governo che continua a riempire

Commenti 16
mer 20 lug 2016, ore 14.29
IL DATO
Profughi, la provincia Brescia pronta ad arrivare fino a quota 2.500
Dalle 2.125 unità attuali a 2.497. E' questa la nuova stima della Prefettura sul numero di profughi che la provincia di Brescia può ospitare. Un rialzo, come spiega il Corsera, giustificato anche con il continuo afflussoda diverse zone d'Italia (19 sono arrivati anche oggi). Gli immigrati al momento sono collocati in hotel e cooperative, ma anche nelle strutture messe a disposizione dalla Diocesi e dalla Caritas. Il patto tra quest'ultima organizzazione e la Prefettura era per 100 posti, che sono già diventati 150 (anche se liberi ne restano solo 26) con l'utilizzo delle vecchie aule di Teologia dell'ex seminario che d'inverno erano state “prestate” ai senzatetto. I profughi rimarranno fino a settembre, poi torneranno a disposizione degli homeless e gli attuali occupanti finiranno nella rete di st

Commenti 21
mer 20 lug 2016, ore 11.43
CITTA' E HINTERLAND
Preso spacciatore di droga, con 14mila euro sotto al letto
Prosegue l’impegno della Polizia Locale nel contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel pomeriggio di venerdì 15 luglio una pattuglia in abiti civili e con veicoli di copertura ha fermato un uomo di origine gambiana, residente a Cosenza ma domiciliato a Villa Carcina. Gli agenti stavano tenendo sotto controllo da giorni i suoi spostamenti. L’uomo era solito recarsi, dopo essere sceso dal bus proveniente da Villa Carcina, nei dintorni di via Lamarmora per spacciare eroina “thailandese”, stupefacente dal colore chiaro, molto ricercato. Ulteriori indagini hanno permesso di appurare che il gambiano viveva con il fratello, arrestato nel 2015 e condannato dal Tribunale di Brescia agli arresti domiciliari perché trovato in possesso di 100 grammi di eroina. Nel corso della mattinata di vene

Commenti 6
mar 19 lug 2016, ore 14.21
CALVISANO
Esce di casa al mattino, la sera lo trovano morto in un canale irriguo
E' uscito di casa per una normale passeggiata, al mattino. E la sera è stato ritrovato morto tra i rovi che hanno invaso un canale di via Zilie Inferiori a Calvisano, insieme alla sua bicicletta. E' stata questa la tragica fine di Giuseppe Barcellandi, 65enne di Calvisano. Il suo corpo è stato trovato da una coppia di anziani che passeggiava per i campi e ha notato il corpo nell'acqua del torrente Saugo.

Commenti
mar 19 lug 2016, ore 09.36
MANERBIO
Litiga con la moglie e minaccia di far saltare per aria casa: indiano in manette
Non è stata strage per un soffio. Per la prontezza dei vicini di casa che hanno avvisato le forze dell'ordine, evitando il peggio. Protagonista della brutta vicenda un indiano residente in una palazzina di Manerbio, già noto alle forze dell'ordine per precedenti maltrattamenti in famiglia. Dopo l'ennesima lite, l'indiano ha aperto il gas dell'appartamento minacciando di far saltare per aria l'abitazione, con la moglie 25enne e i figlioletti. Pronto l'intervento dei Carabinieri di Manerbio e dei Vigili del fuoco, che hanno evitato il peggio obbligandolo ad aprire la porta e a desistere dal proprio folle proposito. L'uomo è stato arrestato.

Commenti 4
lun 18 lug 2016, ore 10.10
IL CASO
Carne ammuffita in frigorifero, denunciata una ristoratrice valsabbina
Carni e salumi scaduti da mesi e mal conservati. E' questo ciò che hanno trovato gli uomini della Forestale di Vestone, coadiuvati dai colleghi di Bagolino, in un ristorante dell'Alta Valle Sabbia. Il ritrovamento è avvenuto durante a un controllo di routine e la sorpresa è stata tanta: il cibo, infatti, era ammuffito o scaduto da tempo. Ovviamente tutta la merce è stata sequestrata e la titolare del ristorante è stata denunciata.

Commenti 2
dom 17 lug 2016, ore 13.08
LUTTO
Schianto tragico con le minimoto, non ce l'ha fatta il piccolo Marco
Il piccolo Marco non ce l'ha fatta. Dopo una settimana di sofferenza è morto ieri Marco Savelli, il bimbo di soli sei anni che era rimasto gravemente ferito durante una corsa con le minimoto al Racing Park di Viadana. Secondo la prima ricostruzione dei fatti, l'incidente sarebbe stato causato da un improvviso riavvio del motore da parte del padre ai box: la moto è ripartita all'improvviso e il piccolo ha finito la sua corsa a tutta velocità contro una cancellata. Il piccolo è stato subito trasportato al Civile e quindi al Papa Giovanni di Bergamo, ma non c'è stato niente da fare. La famiglia ha acconsentito al prelievo degli organi, come raccontato dal padre in un commosso post su Facebook che riportiamo in forma integrale. IL MESSAGGIO DEL PADRE SU FACEBOOK «Marco ha lottato con tutte le

Commenti 4
dom 17 lug 2016, ore 12.53
IL CASO
Strage di Nizza, c'è anche una 29enne bresciana tra i feriti
C'è anche una bresciana tra gli oltre cento feriti della strage di Nizza. Si tratta della 29enne Dalila Staccoli, originaria di cattolica, ma residente in città. La giovane, il 14 luglio, si trovava sulla Promenade des Anglais insieme al fidanzato Alberto Martinelli quando il camion guidato dal terrorista franco-tunisino ha cominciato a falciare i passanti. Nel tentativo di evitare di essere travolta è caduta e ha battuto la testa riportando un forte trauma cranico.  

Commenti 6
dom 17 lug 2016, ore 12.00
IL CASO
Sale sul treno ubriaco poi inizia a urinare sui sedili: denunciato 36enne
E' salito sul treno, senza biglietto e visibilmente ubriaco, e ha ben pensato di infastidire diversi passeggeri per poi scaricare l'eccesso di alcol iniziando a urinare sui sedili di viaggio. Per questa ragione un uomo è stato immobilizzato dalle forze dell'ordine nelle scorse ore. Il 36enne, in preda a una sbronza, è salito alla stazione di Bergamo, ed è stato fatto scendere tra Palazzolo e Coccaglio. L'uomo è stato denunciato.

Commenti 14
sab 16 lug 2016, ore 11.00
IL CASO
Montichiari, evade dai domiciliari per accompagnare le vacche in alpeggio
Formalmente si trovava ai domiciliari per furto. In realtà stava per i monti della Valtrompia ad accompagnare le sue vacche in alpeggio. Una decisione che gli è costata molto cara. Protagonista della vicenda è un allevatore bassaiolo con azienda e abitazione a Montichiari. Lì avrebbe dovuto essere quando i carabinieri l'hanno cercato per i controlli di routine. Invece si era trasferito in montagna, in una malga di sua proprietà. Il giudice ha condannato l'uomo a otto mesi di reclusione per evasione.

Commenti 1
sab 16 lug 2016, ore 10.46
PROCESSO
Omicidio Frank, due ergastoli per gli assassini. 20 e 6 anni per i complici
Due condanne all’ergastolo. E’ questo l’esito del processo per la morte di Francesco Serramondi (Frank) e della moglie Giovanna Ferrari uccisi dai gestori di un’attività concorrente con un fucile lo scorso 11 agosto, mentre si trovavano nella pizzeria da asporto che gestivano da anni. Il gup Alessandra Sabatucci ha condannato all'ergastolo, in quanto esecuroti materiali, il pakistano Mohammad Adnan e l'indiano Sarbjit Singh. Niente ergastolo, ma 20 anni invece per Santokh Singh, indiano che aveva contribuito al piano. Mentre se la caverà con sei anni Gurjet Singh, l’altro indiano che aveva fornito le armi (anche per lui il sostituto procuratore aveva chiesto la pena massima).

Commenti 2
ven 15 lug 2016, ore 17.15
IL CASO
Tragedia di Sirmione: la causa un tamponamento a tutta velocità
Mentre tutta Sirmione piange Anna Maria Zippone e Gaia Botticchio, si fa tragicamente più chiara la dinamica dell'incidente che l'altra sera è costato la vita a una donna di 37 anni e a una bimba di 10. Non si è trattato di uno scontro frontale, ma di un tamponamento. Il giovane, un21enne di origini albanesi, viaggiava a grande velocità alla guida ubriaco (il suo tasso di alcol nel sangue era di 1,24 grammi per litro contro gli 0,5 consentiti). Il giovane ha centrato in pieno la Seat Altea su cui viaggiavano le cinque donne (due 37enni e tre bambini) facendola finire nel fosso. Stavano tornando a casa a Sirmione, in due appartamenti della stessa palazzina, dopo una serata al luna park. A chiamare i soccorsi è stato – in lacrime - lo stesso giovane, poi arrestato per omicidio stradale: si

Commenti 2
ven 15 lug 2016, ore 11.30
TRAGEDIA
Strage terrorista a Nizza, camion sulla folla. Almeno 84 morti. Si cercano italiani
Almeno 84 morti e un centinaio di feriti, di cui una 15ina gravissimi. E' questo il bilancio del terribile attacco terroristico che ha colpito nuovamente la Francia in una delle zone più turistiche, Nizza, città al confine con l'Italia frequentatissima anche dai bresciani. Lungo la Promenade des Anglais stava terminando la festa per il 14 luglio quando l'attentatore è entrato in azione con un tir, iniziando a falciare la folla di turisti riuniti per osservare i fuochi d'artificio. L'autista del mezzo era un tunisino 31enne residente nella città: a fermare il suo folle piano due poliziotti che sono saltati sul camion in movimento e l'hanno freddato. Hollande ha prolungato lo stato d'emergenza di altri tre mesi e richiamato i riservisti. Ora in Francia è allarme per nuovi possibili nuovi attent

Commenti 13
ven 15 lug 2016, ore 10.07
BRESCIA
Città, la Polizia locale arresta due spacciatori tunisini
Proseguono gli interventi della Polizia Locale di Brescia per contrastare lo spaccio di stupefacenti. Nel pomeriggio di mercoledì 13 luglio gli agenti hanno arrestato due tunisini e hanno sequestrato 30 grammi di eroina, 2 grammi di hashish e 0,8 grammi di cocaina. Sulla base di indagini precedenti, una pattuglia in abiti civili e con veicoli di copertura si è recata nell’area di via Boves, di via Lamarmora e di via Signorini e ha tenuto sotto controllo un appartamento dove era stata segnalata la presenza di alcuni spacciatori. Giunti sul posto, gli uomini della Polizia Locale hanno osservato i movimenti di tre persone che, alternandosi, rifornivano i tossicodipendenti nella zona dei parcheggi di via Signorini, spostandosi con una bicicletta di piccole dimensioni. Un trentacinquenne e un venticinquenne di orig

Commenti 8
gio 14 lug 2016, ore 17.49
LA POLEMICA
Profughi, Bordonali attacca: Del Bono ha mentito, in città sono raddoppiati
"In data 11 luglio 2015 il sindaco di Brescia Emilio Del Bono disse: 'Con 287 immigrati ospitati Brescia e' satura. Abbiamo spiegato anche al prefetto che non ci sono le condizioni ne' la disponibilita' per accogliere nuovi arrivi. Si tratta di una decisione che anche il prefetto ha condiviso'. In un anno invece i richiedenti asilo in città sono piu' che raddoppiati, raggiungendo la mostruosa cifra di 618. Ancora una volta Del Bono ha mentito ai bresciani, dimostrando tra l'altro di contare ben poco sia a livello istituzionale che politico". Queste le parole di Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia, in merito ai numeri sull'accoglienza dei richiedenti asilo a Brescia. "La situazione in provincia di Brescia e' allarmante. - incalza l'assessore reg

Commenti 20
mer 13 lug 2016, ore 17.18
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Quale di questi Comuni bresciani a vocazione turistica non hai mai visitato?
Sirmione
Desenzano
Salò
Limone
Tremosine
Ponte di legno
Montecampione
Darfo
Monte Isola
Iseo

Chi vorresti come nuovo rettore dell'ateneo bresciano?
Gian Paolo Beretta (Ingegneria)
Rodolfo Faglia (Ingegneria)
Riccardo Leonardi (Ingegneria)
Maurizio Memo (Medicina)
Alessandro Padovani (Medicina)
Saverio Regasto (Giurisprudenza)
Emilio Sardini (Ingegneria)
Claudio Teodori (Economia)
Maurizio Tira (Ingegneria Civile)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
23:18 Pavone
26 lug - Vai alla news »
Paù
22:45 beccalossi
26 lug - Vai alla news »
Le sedi leghiate sono sexyshop senza licenza. Ci sono bambole gonfiabili
22:44 @lader
26 lug - Vai alla news »
Grande verità fratello.
22:36 Giamba
26 lug - Vai alla news »
Limite ad 80 km/h ? Ok alle multe , ad una condizione sola! Il versamento va fatto ad una associazione che opera sul territorio magari i vol
21:01 Lader
26 lug - Vai alla news »
Controlliamo bene anche la mappa delle sedi leghiste: sono frequentate anche da gente che poi mette le mani sui soldi pubblici.
20:57 Ottimo!
26 lug - Vai alla news »
L'abusivismo non va tollerato e benissimo hanno fatto ad abbattere i manufatti illegali. Sicuramente le autorità competenti avranno, nel fra
20:53 direi
26 lug - Vai alla news »
di parificare il culto islamico con il trattamento del culto cattolico in siria
20:30 ASSURDO
26 lug - Vai alla news »
Ius soli, cittadinanza facile,diritto di asilo (che nel diritto internazionale non prevede per gli Stati nessun obbligo di concederlo) e dir
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Regione Lombardia - Banche dati
- Regione Lombardia - Istituzione
- Calcio Bresciano
- Lo shop dell'Albero della vita
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...