Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 27 Maggio 2016 - Ore 14:09


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
IL CASO
Concesio: secondo caso di rapina in una settimana, è già allarme
La scena si ripete a distanza di una settimana: due persone, un motorino, una pistola e un coltello. Con un accento inconfondibile: quello bresciano.  L’ultima vittima è la titolare di una tabaccheria-cartoleria di Concesio. Mentre la prima rapina aveva colpito un negozio di prodotti per la cura delle persona e della casa, il Tigotà, sempre nella stessa zona. La tabaccaia racconta così ai media l’accaduto: i due malviventi sono entrati nel negozio con i caschi in testa, uno ha scavalcato il bancone con in mano una pistola e il secondo le ha puntato un coltello alla gola. I rapinatori hanno preso l’incasso della giornata, stecche di sigarette e gioielli in argento. Secondo gli inquirenti, che al momento non danno indicazioni precise sull’inchiesta, gli autori del colpo, vista la dinamic

Commenti
gio 26 mag 2016, ore 17.42
INCIDENTE
Ciclista si scontra con auto ai piedi della Maddalena: grave al Civile
E' gravissime condizioni il ciclista che in via Boifava, questa mattina attorno alle 11, è andato a schiantarsi contro un'auto. L'uomo stava scendendo dalla Maddalena ed ha imboccato la via contromano, scontrandosi con un'auto che viaggiava regolarmente. L'urto, scrive il Giornale di Brescia, è stato violentissimo. Sul posto due ambulanze soccorrere il ciclista e l'uomo al volante, e la Polizia Locale.  

Commenti 5
sab 21 mag 2016, ore 14.40
GUARDIA DI FINANZA
Gadget e magliette di squadre sportive falsi, indagini delle Fiamme Gialle a Brescia
Falsi capi d’abbigliamento e finti gadget delle principali squadre di calcio italiane ed europee, soprattutto della Juventus, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino, che ha scoperto un imponente traffico di merchandising sportivo. Le indagini sono arrivate fino a Brescia e a Perugia e hanno portato al sequestro di 85.000 articoli contraffatti, 20 macchinari industriali e 6 apparati informatici impiegati per la loro produzione. Unidici le persone denunciate per i reati di produzione ed immissione in commercio di articoli contraffatti. La produzione era legata ai principali eventi sportivi e vista la vittoria dello scudetto della Juve gran parte del materiale era dedicato alla squadra.  

Commenti 1
sab 21 mag 2016, ore 11.50
 
A proposito della bancarella di piazza Vittoria
Bragaglio di Claudio Bragaglio - Leggo, come molti interessati ai libri, la polemica sulla bancarella dell’amico Gigi. Sì proprio quella un po’ nascosta e rintanata, con quei suoi vecchi libri, in piazza Vittoria. Quella che non dà alcun fastidio. Ordinata e discreta. Un simpatico ritrovo per uno scambio di idee tra lettori, anche un po’ ‘vintage’, o per un perditempo tra bibliomani e bibliofili. Un bell’angolo di cultura e d’amicizia, nulla più. Piccolo, ma tanto piccolo, della nostra Brescia. Senza i riflettori pubblici per voti da contendersi. Senza associazioni commerciali che poi ti farebbero la guerra in Loggia. Senza il lustro della notorietà. Senza santi protettori in Paradiso. Tutti infilati, quindi, i migliori motivi per un distratto scrollar di spalle e per... lasciar perdere. O forse, proprio per questo, no. Con le prime 500 firme che tra poco raddoppieranno, e più. Virali, come in una rete, ma di passapa
 
Siglata l'unificazione delle quattro organizzazioni artigiane
MATTINZOLI di Enrico Giorgio Mattinzoli* - Dopo anni di dibattiti, incontri, diffidenze, speranze, progetti sottoscritti e successivamente disattesi; finalmente si è arrivati ad una intesa: le quattro Organizzazioni di Categoria dell'Artigianato hanno siglato l'accordo per l'unificazione. Soddisfatti i Presidenti di Associazione Artigiani, Confartigianato, CNA e Assopadana. La firma definitiva dell'accordo avverrà sabato 16 giugno 2050 alla presenza del Presidente del Consiglio che atterrerà alle 09,30 all'Aereoporto G. D'annunzio da poco in piena attività. La giornata per il Presidente del Consiglio è prevista densa di impegni, dopo l'intervento con le Organizzazioni Artigiane presso la Sala Conferenze dello Stadio di Brescia in località Parco delle Cave da poco terminato, il capo del Governo taglierà il nastro del Salone della Ricerca e della Tecnologia presso la Fiera di Brescia rinata dopo anni di inattività, per poi recarsi alla ex C


Lonati raddoppia e mette fieno in cascina. Il 2016 è partito nel migliore dei modi per l'azienda di San Polo che è leader mondiale nella produzione di macchine per calze: una nuova commessa dall'Uzbekistan che segue quella della scorsa estate e porta il totale a 20 milioni di euro. A firmare il gruppo tessile Uztex di Tashkent, che ha ordinato altre 512 macchine per calze di ultima tecnologia. Da Lonati gli uzbeki ne avevano già acquistate 550 (già consegnate), ma l'
Opinioni
 
Lavoro, serve un nuovo statuto
Bonometti di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema. Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben pi&ugrav
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














VIA FIORENTINI
Un altro morto vicino alle rotaie. La polizia indaga sull'accaduto
E' stato un inizio di giornata amarissimo quello in via Fiorentini, nei pressi del cimitero di San Francesco di Paola, lungo la linea ferroviaria Milano - Venezia. Intorno alle 7.40 i macchinisti hanno notato il cadavere di un uomo e hanno immediatamente allertato la Polizia Ferroviaria, che sta cercando di stabilire se si sia trattato di un incidente o di un gesto estremo.Il caso è analogo a quello accaduto pochi giorni fa nella stessa zona, dove a perdere la vita fu un 24enne di Rezzato. 

Commenti
ven 20 mag 2016, ore 11.38
DAL BROLETTO
Provincia, Mottinelli conferma in blocco la polizia provinciale
70 unità, tra Agenti e Ufficiali, distribuiti su 3 sedi provinciali, che svolgono funzioni di vigilanza e controllo in materia di circolazione stradale, rifiuti, agricoltura, foreste, caccia e pesca. Dopo avere ottenuto, grazie ad un emendamento targato “Brescia”, che il decreto legge n. 78 del 2015, in cui era stato inizialmente previsto che il personale delle Polizie Provinciali transitasse nelle Polizie Municipali, consentisse invece alle Province di continuare a svolgere funzioni di polizia amministrativa locale nelle materie attribuite, il Presidente della Provincia di Brescia Pier Luigi Mottinelli ha deciso di avvalersi di tale facoltà. Lo scorso dicembre, con proprio decreto, il Presidente Mottinelli ha quindi stabilito che il Corpo di Polizia Provinciale di Brescia avrebbe continuato ad operare s

Commenti 2
gio 19 mag 2016, ore 11.36
NERA
Omicidio di Erbusco, anche la mano di Giulia sul coltello?
Emergono nuovi, inquietanti dettagli, sul caso dell’omicidio del pusher tunisino residente a Rovato Riad Belkahla. Reo confesso per l'omicidio è il 28enne Manuel Rossi, che con la fidanzata 21enne Giulia Taesi gestiva il Jolly Bar ad Adro. Ma secondo i primi risultati delle indagini, la giovane non avrebbe avuto un ruolo solo “morale” nel delitto. Dalle analisi della disposizione delle macchie di sangue sulla vettura della vittima, infatti, sarebbe emerso che ci sono anche le sue impronte sul coltello utilizzato per trucidare il tunisino: dunque Giulia avrebbe impugnato il coltello che lo ha ucciso.

Commenti
sab 14 mag 2016, ore 11.05
IN CITTA'
Tragedia in via Gatti. Il treno travolge un uomo, soccorsi inutili
Sgomento in via Gatti, dove intorno alle 15 un uomo è stato travolto dal treno, nei pressi del cimitero San Francesco di Paola. Inutili i soccorsi immediati, per l'uomo non c'era più niente da fare. Non resta che indagare sul caso per capire se si sia trattato di un incidente o di un gesto estremo.

Commenti
mar 10 mag 2016, ore 16.26
POLIZIA
Poliambulanza, i pazienti dormono e 52enne li deruba: condannato a 10 mesi
E' stato condannato per direttissima a dieci mesi ai domiciliari un 52enne che aveva messo a segno una serie di furti alla Poliambulanza. L'uomo era stato visto, nel pomeriggio di giovedì 5 maggio, aggirarsi nei reparti con fare sospetto: un'infermiera ha così avvisato la vigilanza interna che ha coinvolto la polizia. Arrivati sul posto, gli agenti hanno individuato l'uomo che, alla loro vista, ha cercato di scappare. Come scrive il Giornale di Brescia, nella fuga ha perso due portafogli, recuperati dagli agenti assieme a uno smartphone trovatogli addosso durante la perquisizione. Il ladro ha ammesso di aver derubato i degenti, approfittando del fatto che dormissero: gli oggetti sono stati restituiti ai proprietari, mentre il ladro, con vari precedenti penali, è stato arrestato e processato. 

Commenti 15
sab 07 mag 2016, ore 12.27
POLIZIA
Fuga non riuscita sul Sebino: malviventi finiscono contro una volante
Un inseguimento sul Sebino, finito in malo modo per i malviventi: è successo ieri, 6 maggio, tra Marone e Iseo. Alcuni operai hanno segnalato alla Polizia la presenza di due persone che stavano armeggiando attorno alle auto in un parcheggio. Gli agenti si sono messi subito sulle tracce dei due che, alla vista degli agenti, si sono dati alla fuga. Dopo un inseguimento rocambolesco, scrive il Giornale di Brescia, i due hanno imboccato le vie contromano, ma alla fine, all’altezza della caserma dei carabinieri di Iseo, una volante li ha speronati bloccando la loro corsa. 

Commenti
sab 07 mag 2016, ore 09.46
LIETO FINE
Carmine, tenta il suicidio, ma la chiamata di un amico lo salva in extremis
E' stato salvato dagli uomini del 118 e della Volante Carmine, l'uomo che sabato sera intorno alle 21.30 ha cercato di togliersi la vita a Brescia. Ad avvisare 118, un amico che aveva ricevuto un sms in cui si annunciava il tragico gesto. La Questura ha subito inviato sul posto una volante e un’ambulanza del 118, che lo ha salvato in extremis.L’uomo, infatti, è stato trovato appeso ad una ringhiera con una corda al collo, ma grazie alla prontezza degli operatori è stato liberato dal gioco mortale prima che fosse troppo tardi.

Commenti 2
lun 25 apr 2016, ore 10.02
SERLE
Quel colpo non fu accidentale. La Procura conferma l'accusa per la morte del ladro albanese
Erano passate la poco le 22 del 14 dicembre 2013 a Serle, in via Marconi, quando M.F. venne avvisato dai suoi vicini che c'erano movimenti sospetti nella sua villetta. Rientrato con un gruppo di amici sorprese due ladri nella sua proprietà. Uno fuggì nei boschi e non fu più trovato, l'altro venne inseguito e dopo una colluttazione ed un colpo di fucile morì. Era Eduard Ndoj, malvivente albanese di 26 anni. Il capo d'imputazione per M.F., confermato dalla Procura a quasi tra anni dall'accaduto, resta omicidio volontario, anche se il 31enne continua a difendersi affermando che quel colpo partì accidentalmente e che non era sua intenzione uccidere il ladro.

Commenti 9
ven 22 apr 2016, ore 12.08
L'ANEDDOTO
Erbusco, prima massacra il pusher, poi posta un video comico su facebook
Emergono nuovi dettagli sulla vicenda dell'omicidio di Zocco di Erbusco, dove nella serata del 12 aprile ha perso la vita Riadh Belkahla, tunisino di 48 anni massacrato con una sessantina di coltellate. Manuel R., 28enne di Erbusco, ha confessato raccontando dell'incontro sull'auto del pusher, con il quale lui e Giulia T. - la sua convivente - avevano un debito di circa mille euro relativo all'acquisto di marijuana. Manuel aveva ancora in casa sua l'arma del delitto, che ha consegnato alle forze dell'ordine raccontando la sua versione dei fatti, ammettendo le sue colpe e difendendo la convivente, assumendosi tutte le responsabilità del massacro. Ora l'uomo si trova in una cella di Canton Mombello, mentre sui giornali campeggiano le sue foto e quelle della sua ragazza, le stesse presenti sulla sua pagina facebook, dalla qu

Commenti 30
gio 21 apr 2016, ore 16.47
ERBUSCO
Omicidio Belkahla, fermati un uomo e una donna. Avevano un debito con la vittima
Sarebbero due under 30 italiani i possibili assassini di Riadh Belkahla, il 48enne tunisino ucciso il 12 aprile a Zocco di Erbusco con inaudita efferatezza, colpito da 60 coltellate. I carabinieri di Chiari hanno posto in stato di fermo una donna di 21 anni e uomo di 28 anni. Quest'ultimo sembra che abbia già confessato, confermando le accuse a lui imputate. All'origine del delitto sembra esserci un debito di mille euro nei confronti della vittima, contratto per forniture di marijuana mai saldate.

Commenti 8
mer 20 apr 2016, ore 15.08
IL CASO
Uomo trovato morto in macchina a Montichiari. Indagini in corso
Non c’era più niente da fare per l’uomo che questa mattina è stato trovato morto intorno alle 8.30 nella sua auto, di fronte all’abitazione di Montichiari dove viveva con la moglie e i figli. Un colpo di pistola gli è stato fatale e gli investigatori stanno verificando se si tratti di un gesto estremo o meno, visto che l’uomo era una guardia giurata e deteneva regolarmente un’arma.

Commenti 3
dom 17 apr 2016, ore 12.02
IL CASO
Omicidio di Erbusco, i carabinieri indagano sulla vita della vittima
I carabinieri stanno indagando sulla vita privata di Riadh Belkhala, la vittima del terribile omicidio avvenuto nei giorni scorsi nelle campagne di Erbusco. Secondo quanto riferito da un sito di Rovato, l'uomo, che era residente a Rovato, è stato colpito a morte con 50 coltellate lasciandolo esanime nella sua vecchia Mercedes per motivi ancora da chiarire. Il 49enne aveva diversi precedenti per rissa, droga e spaccio di banconote false (era anche stato pizzicato in un parcheggio insieme ad altre persone con 10mila euro contraffatti). Riadh viveva da circa 20 anni in Italia e lavorava da tempo come venditore in un mercato dell'usato. Lascia la moglie Betty e una figlia piccola.

Commenti
ven 15 apr 2016, ore 16.35
IL DELITTO
Ucciso con 40 coltellate un uomo di origini tunisine. E' successo martedì notte a Erbusco
Riadh Belkahala è stato trovato senza vita da un passante in una stradina di campagna, a Zocco di Erbusco. Sul corpo del 48enne tunisino i segni di 40 coltellate. L'uomo è stato ucciso nella notte di martedì, era regolare, in Italia da vent'anni. Viveva a Rovato con la moglie e la figlia. Nel suo passato qualche piccolo precedente, ma nulla che potrebbe presupporre il rischio di un omicidio così crudo e violento. Gli investigatori sono al lavoro e la procura ha disposto l'autopsia.

Commenti 2
mer 13 apr 2016, ore 17.24
TRIBUNALE RIESAME
Pennarello esplosivo nella biblioteca di Rezzato, Piccioli resta in carcere
Resta in carcere Augusto Piccioli, il 69enne, accusato di aver fabbricato il pennarello contenente esplosivo che  gli scoppiò in mano la mattina 4 marzo nella biblioteca comunale di Rezzato. Il tribunale del Riesame ha rigettato l'istanza di scarcerazione presentata dal suo avvocato. Per l'accusa l'uomo avrebbe fabbricato il pennarello per creare allarme, mentre l'uomo mantiene la sua difesa, sostenendo di aver ricevuto la micro bomba per posta.

Commenti
dom 10 apr 2016, ore 10.47
VIA MONTEGRAPPA
Ringhiera del balcone cede e 39enne muore: la Procura apre un'inchiesta
Vuole vederci chiaro la Procura sulla morte del 39enne, Dumitru Palanariuk, che venerdì è precipitato dal suo balcone, in via Montegrappa, dopo che la ringhiera, sulla quale era appoggiato, ha ceduto. Particolare attenzione sono state date alle parole dei condomini che hanno parlato di tragedia annunciata, visto che i balconi da tempo sarebbero stati pericolosi. E secondo le informazioni riportate dal Giornale di Brescia sembra che gli stessi coniugi avessero segnalato al proprietario della casa, dove da 8 anni vivono in affitto, le criticità del balcone della cucina. Ma il cartello «Attenzione ai balconi pericolanti» è stato affisso solo dopo la tragedia dall'amministratore condominiale. Ad aprire il fascicolo il pm Alberto Rossi che ha anche disposto l'autopsia sul corpo della vittima ch

Commenti 4
dom 10 apr 2016, ore 09.05
TRAGEDIA
Via Montegrappa, cede la ringhiera del balcone: 39enne precipita e muore
La ringhiera ha ceduto e l'uomo è precipitato dal balcone: è morto così, ieri, in via Montegrappa, un 39enne di origine rumena. Secondo le ricostruzioni dei testimoni l'uomo stava fumando una sigaretta appoggiato alla ringhiera del balcone, che però ha ceduto. Nonostante i soccorsi, il trauma è stato troppo forte e il 39enne è deceduto dopo poco al Civile. Una tragedia che si poteva evitare secondo i condomini, visto che da tempo si era denunciata la pericolosità di quei balconi. 

Commenti 5
sab 09 apr 2016, ore 09.32
LA SENTENZA
Uccise un connazionale a Chiari. Tunisino condannato a 12 anni
Dodici anni di reclusione. È questa la condanna in primo grado inflitta a J.A., 39enne tunisino accusato dell'assassinio di Mohamed Hameni, morto il 5 agosto 2014 dopo una colluttazione con il suo connazionale a Chiari. Gli fu fatale una coltellata al cuore, giustificata dal presunto omicida come legittima difesa a fronte di un'aggressione.

Commenti 6
gio 07 apr 2016, ore 17.43
IL CASO
Rovato, ragazza 18enne stuprata da clandestino senza fissa dimora
Un 25enne di origini marocchine, clandestino e senza fissa dimora, è stato arrestato e portato a Canton Mombello con l'accusa di aver violentato una 18enne a Rovato. Secondo quanto denunciato dalla giovane e riportato da un sito di Rovato, la vittima si trovava in casa di un amico, quando - in seguito a ripetute avances, intorno alle 2 di notte - è stata aggredita dal 25enne. A fermare la violenza un amico, che le ha consentito di fuggire e denunciare l'accaduto ai Carabinieri.  

Commenti 6
mar 05 apr 2016, ore 15.38
GIORNALISMO
Menzione speciale per il cronista di Bresciaoggi Spatola al premio Vergani
Menzione speciale a un giornalista bresciano nell'ambito del premio giornalistico Vergani. Il cronista di Bresciaoggi Giuseppe Spatola, classe 1975, è stato infatti premiato dalla giuria del prestigioso riconoscimento milanese per gli articoli scritti su uno dei casi più scottanti della cronaca della Leonessa, il cosiddetto Giallo di Marcheno. La cerimonia si è tenuta il 2 aprile all’Istituto dei ciechi di Milano.

Commenti
lun 04 apr 2016, ore 10.39
IL CASO
Auto incendiata in via Tosoni, torna libero il piromane insospettabile
Secondo le forze dell'ordine aveva dato fuoco a sette automobili nell'arco di una sola nottata in via Tosoni, ed era stato pizzicato – è proprio il caso di dirlo – con il cerino ancora acceso. Si tratta di un 22enne insospettabile, senza precedenti penali: in apparenza un ragazzo integerrimo. Forse per questo il tribunale del riesame l'ha scarcerato rilevando che non esistono esigenze cautelari nei suoi confronti. Per il ragazzo non è stata disposta alcune misura restrittiva.

Commenti 9
gio 24 mar 2016, ore 13.56
IL CASO
Dimentica la valigetta con la bomba finta. Paura attentato ieri a Desenzano
Paura attentato, ieri, all'ospedale di Desenzano. Nel pomeriggio, infatti, alcune unità operative di Polizia sono state inviate al nosocomio in quanto la direzione della struttura aveva segnalato la presenza di una valigetta sospetta. La valigia si trovava a ridosso di una croce su una collinetta adiacente. L'area è stata subito isolata ed è stato attuato il protocollo di sicurezza, con l'evacuazione di personale e visitatori. Gli artificieri, giunti sul posto, hanno provveduto alle operazioni tecniche di apertura verificando che la valigetta conteneva congegni e fili elettrici di vario colore collegati ad un “panetto” di colore grigio: perfette imitazioni di timer, innesco e materiale esplodente. Accertato che l’oggetto era innocuo, le procedure di sicurezza sono state disattivate intorno alle 19.

Commenti 4
mar 22 mar 2016, ore 18.56
DAVANTI AL GIP
Prostituzione minorile, primi interrogatori: 67enne nega qualsiasi rapporto sessuale
Nessun rapporto sessuale, solo incontri innocenti. Nega ogni cosa I.A., 67enne indagato, insieme ad altri cinque professionisti, dalla Procura dopo l'arresto effettuato dalla polizia locale di Montichiari negli scorsi giorni. I sei sono accusati di prostituzione minorile. A incriminarli telefonate, sms e chat in Whatsapp che non lascerebbero spazio a dubbi, in cui si parla di sesso, si chiedono incontri, si fissano appuntamenti e si commentano perfino i rapporti consumati. L'uomo, ora ai domiciliari come gli altri, ha ammesso di aver visto il 16enne in due occasioni, ma senza fare nulla, negando di aver avuto rapporti in cambio del pranzo come il giovane ha dichiarato. Gli altri arrestati saranno davanti al gip la prossima settimana.

Commenti 6
sab 19 mar 2016, ore 13.38
VIGILI DEL FUOCO
Iseo, incendio in uno stabilimento Nulli: tre ore per domare le fiamme
Un pericoloso incendio è scoppiato ieri sera, 18 marzo, in uno stabilimento del gruppo Nulli, a Iseo. Dalle prime informazioni, riportate dal Giornale di Brescia, le fiamme si sarebbero propagate da un macchinario per poi diffondersi al resto della struttura. Ai vigili del fuoco ci sono volute tre ore per domare l'incendio: diverse le squadre sul posto partite da Brescia, Sale Marasino, Gardone Val Trompia e Palazzolo.

Commenti
sab 19 mar 2016, ore 12.34
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo
5

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Quale di questi Comuni bresciani a vocazione turistica non hai mai visitato?
Sirmione
Desenzano
Salò
Limone
Tremosine
Ponte di legno
Montecampione
Darfo
Monte Isola
Iseo

Chi vorresti come nuovo rettore dell'ateneo bresciano?
Gian Paolo Beretta (Ingegneria)
Rodolfo Faglia (Ingegneria)
Riccardo Leonardi (Ingegneria)
Maurizio Memo (Medicina)
Alessandro Padovani (Medicina)
Saverio Regasto (Giurisprudenza)
Emilio Sardini (Ingegneria)
Claudio Teodori (Economia)
Maurizio Tira (Ingegneria Civile)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
13:10 @ORIO
27 mag - Vai alla news »
'97 indagati avrebbero sottratto al fisco 500 milioni di euro creando 62 società attive nell’edilizia intestate a prestanome': Orio pensa al
11:15 @al rogo
27 mag - Vai alla news »
mi piace la tua ironia, ma guarda che ci sono quelli che lo pensano sul serio.
10:45 Al Rogo!
27 mag - Vai alla news »
Hanno ragione orio e assurdo, bisognerebbe scendere nelle piazze e bruciare tutte le copie del corano, se non sbaglio è stato fatto qualcosa
10:38 @orio
27 mag - Vai alla news »
Le tue parole sprizzano amore fa ogni poro della pelle. Si vede che sei un fervente credente, timorato di Dio. Piano piano ti accorgerai che
10:37 @@assurdo e ori
27 mag - Vai alla news »
Una ridicola ideologia vi accomuna. Fate inutile dietrologia. Perché non analizzare anche i comportamenti dei primitivi, visto che ci
10:35 ORIO
27 mag - Vai alla news »
A 9.32 -Tu sai solo vomitare disprezzo e mi è davvero difficile immaginarti impegnato in atti di generosità nei confronti nè dei migranti nè
10:27 Misericordia
27 mag - Vai alla news »
Il signor assurdo, che fa sempre il segno della croce, non dimostra alcun rispetto per gli esseri umani, li considera rifiuti da "scaricare"
10:04 Edda
27 mag - Vai alla news »
Ci sarà anche Robi Baggio? Magari!!!
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Regione Lombardia - Banche dati
- Regione Lombardia - Istituzione
- Calcio Bresciano
- Lo shop dell'Albero della vita
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...